Quando un blogger non ha pretese| la rotta di infrangere le regole ...

Io lo ammetto sono piccolo e indifeso,insignificante blogger con contenuti mediocri e scarsi...non per questo mi abbatto e non ho pretese di nessuno genere..."non a caso sono piccoli ritagli della nostra Italia,raccontati da un blogger" chiudo le parentesi per riaprirle di nuovo con " vedo una marea di siti spazzatura che con la pubblicità fanno guadagni da capogiro" e un Web davvero insopportabile,se non fosse che i blogger piccoli e indifesi ne pagano le conseguenze (come posso essere io). Nelle normative europee c'è il fatto che facebook e Google possano rimuovere e declassare sia un post e un sito...(un ripulito che invece necessita da un tribunale e da un giudice...e come sempre si fa una gran confusione nell'attuare queste normative come sono progettate male) Ma la confusione si fa pure quando si dice che un post o articolo e' spam e suscettibile agli altri e facebook lo elimina ..(a me mi è capitato già tre volte, però una volta con tante scuse me lo anno rimesso su facebook pubblico ,dopo due giorni di assenza sul social network) .Se dire la verità e includere una foto che faccia capire l'argomento di cui si parla..e su facebook non suono nuovo,ma ormai dal lontano 2009 che pubblico.."non è certo spam e cerco in tutti modi di comportarmi bene" ma si sa i piccoli e indifesi sono i primi a cadere nel tranello e devono pure ingozzare per andare avanti. Come è cambiato dagli inizi della comparsa del blog, e del quale io e pochi altri né facevano l'idolo di battaglia.. ora tutto più complicato e si vuole spazzare tutto il marcio che c'è solo per una normativa,un capriccio che a scapito sempre del blogger di città; lasciando i pezzi grossi e siti importanti con fatturati grandiosi dove pure Google con la pubblicità ne guadagna . Non vedo dove si potrà arrivare con questa mentalità dove ripulire si un po' lo Web ma lasciare gli altri che forse sono peggiori e danno bufale in continuazione, tanto per avere più visibilità e maggiori introiti sia per i siti e facebook e Google che questi saranno protetti e intoccabili. La voce del popolo sarà sempre più oscurata a cominciare dai piccoli blogger...e di quell'informazione che dalle piccole notizie che si vedano i grandi risultati. 

Commenti